giovedì 6 maggio 2010

Bisogna stirare i vestiti asciugati nell'asciugatrice?

Scrivo questo post per chiarire le idee a molte persone che - come me fino a pochi giorni fa - non avevano ben chiare le potenzialità dell'asciugatrice e appena hanno sentito dire che i panni sciugati nell'asciugatrice non vanno stirati, hanno sentito un barlume di speranza e i loro occhi si sono illuminati. In effetti la maggior parte dei panni (tolte le camicie, ovviamente) non necessitano di stiratura, più avanti ci sono le foto del mio bucato perfetto.

Abbiamo acquistato una INDESIT IDCA 735.
E' un minimo sindacale nel campo delle asciugatrici, non è strafiga come le Aqualtis o performante come una Miele, però posso garantirvi che ha il miglior rapporto qualità prezzo che ci sia attualmente sul mercato.

Come potete vedere nel link il suo prezzo parte da € 298,00, quindi tengo a precisare che le prestazioni che descriverò sono forse nulla in confronto a quello che fanno le nuove asciugatrici a vapore (il cui prezzo parte da € 700,00...). Ma veniamo a noi.

Parliamo di SOLDI. Conviene comprarla perchè:

  1. Ha un ottimo rapporto qualità/prezzo (per esempio questa costa pochissimo ed è una indesit oppure c'è questa che è una Whirpool, ancora meglio)
  2. E' di classe energetica B, un lusso per le asciugatrici, dal momento che la maggior parte di esse sono in C e quelle in B sono costosissime.
  3. Consuma poco, al contrario delle sue colleghe! Un'asciugatura richiede complessivamente 3,2Kw, mentre le altre partono da 4,2Kw in su.
  4. E' molto capiente, ha un enorme cestello da 6Kg, con il bucato di una lavatrice da 5Kg non è nemmeno a metà!
  5. Ha la regolazione automatica dei consumi in base alla quantità di bucato inserito.
  6. Quello che consuma lei, lo si risparmia in ferro da stiro e in fatica nello stirare, quindi quando si è alla fine è comunque un elettrodomestico conveniente.

Parliamo di PRESTAZIONI. Conviene comprarla perchè:
  1. Il cotone medio e leggero (felpe, maglie, magliette, jeans, asciugamani, tovaglioli, ) non necessita di stiratura, basta tirarlo fuori appena finito il ciclo di asciugatura, ripiegarlo con cura e metterlo nei cassetti.
  2. Il cotone tessuto molto fitto (camicie, pantaloni eleganti) esce con solo qualche piega, quindi la stiratura è velocissima e semplicissima.
  3. I tessuti delicati (lana, seta) non li ho ancora testati, c'è un programma apposta per farli, ma bisogna sempre leggere nell'etichetta se sono adatti. Alcune asciugatrici hanno un cestello speciale per essi, la mia no.
  4. Ha un programma "freschezza" che per mezz'ora soffia aria fresca sui panni, cioè è come metterli un mezzo pomeriggio fuori, ottimo per vestiti puliti che però hanno preso odore di cibo, sigaretta, ecc...
  5. Ha la possibilità di scegliere tempi predefiniti di asciugatura (10,20,40,60,ecc... minuti) per ultimare eventualmente l'asciugatura dei panni stesi o per farle stirare panni già asciutti :D
  6. Nel cestello dei pelucchi troverete le peggio schifezze che nemmeno la lavatrice ha tolto. Igiene 100%, una favola.

Ecco qualche esempio visivo dei risultati, dal cestello pieno di pelucchi, alla consistenza del tessuto:

    4 commenti:

    S ha detto...

    io la vorrei tanto tanto ma il mio consorte me la nega!! >.<

    ma ho ottenuto che stiri lui. tutto. soprattutto le sue camicie (che per fortuna ne ha solo 3)

    :-P appena compriamo la casa io me la faccio l'asciugatrice. altro che stendino in mezzo ai maroni tutto il tempo

    Ilaria ha detto...

    Mai trovata in rete una spiegazione così chiara ed esaustiva! Addirittura la documentazione fotografica!!! Complimenti!

    Fabio Parisi ha detto...
    Questo commento è stato eliminato dall'autore.
    Fabio Parisi ha detto...

    Ciao, intanto grazie per avermi svelato che le cose asciugate in asciugatrice non vanno stirate :-) motivo in più per comprarla. Poi ti volevo chiedere: hai scritto che l' asciugatrice Miele è più performante, me ne consigli un modello in particolare? grazie