lunedì 15 giugno 2009

La mia vicina d'ombrellone

Un'avventura tristemente ambientata nelle riviere romagnole.


La mia vicina d'ombrellone si chiama Marisa (con la "essche" romagnola), ma tutti quando arriva le dicono "Mo ciao bellissima" nonostante pesi 135Kg e abbia un ghigno così cattivo da farla sembrare una vaga caricatura di Gattuso nei momenti più infelici del calcio italiano.

La Marisa fa la portinaia presso uno studio di commercialisti, ma quando parla con la gente dice "Sì, domani mattina sono in studio", come se il commercialista fosse lei, e se le chiedi che lavoro fa ti risponde così: "Lavoro presso l'ordine dei Dottori Commercialisti".


Tutti pensano: "Azz.. non l'avrei mai detto.." e quando ribattono: "Quindi sei commercialista" lei si trasforma tutto d'un tratto in un pavone che con lo sguardo al cielo spiega che in realtà, no, lei non è commercialista, ma "gestisce il flusso di clienti associandolo ad un determinato professionista", quindi insomma, è lei che ha potere decisionale, perchè è LEI che ti dice come, dove e quando devi andare nel SUO studio.


La Marisa ha un figlio, si chiama Connor Ignazio. "Connor" perchè a lei da giovane piaceva Sean Connery, però "Conneri" sembrava un nome plurale e la sua amica, la Cesarina, le ha detto che l'alternativa migliore era "Connor".

"Ignazio" perchè il nonno si sarebbe offeso se il nipote non avesse portato il suo nome, e si sa, è meglio non contrariare chi ha in mano l'eredità...

La Marisa passa le sue giornate in spiaggia a spiegare dal lettino i benefici della sua nuova crema abbronzante, decantando le lodi di Connor Ignazio che gliel'ha acquistata "con il compiuter".

Durante i meeting con le altre vicine di ombrellone (la Cesarina, l'Ubalda, la Lia), la Marisa condanna aspramente i compagni di gioco del Connor Ignazio, perchè lui l'anno prima lo volevano in serie A di racchettoni, ma poi alla fine non ci è potuto andare perchè era troppo impegnato con qualche fantomatica gara di piccoli geni, che ovviamente ha vinto.

Il fatto poi che a scuola abbia un'ostentata media del 5 e che non abbia ancora afferrato la differenza tra la lingua italiana e il romagnolo non fa testo, si sa che i geni sono strani.

Nessuno le ha detto che a volte sono anche handiccappati.


L'Ubalda e la Cesarina quando la Marisa non c'è avviano rapide consultazioni sulla qualità della sua depilazione e si impegnano nella misurazione della ricrescita, per poi essere nuovamentesorridenti ed accondiscendenti al suo ritorno.

Se poi si accorgono che le infradito che le tengono insalsicciati i piedi sono della collezione estiva 2008 di Prada e li ha comprati in saldo all'outlet, probabilmente la radieranno dalle amicizie d'ombrellone.

Ma la Marisa è furba. Lei lo sa che le arpie fanno così, quindi ogni giorno finge di essere a dieta, acquista qualche scatoletta di fagioli al discount e tiene i soldi da parte per le griffes.
Perchè lei del resto ha una reputazione da mantenere.


La Marisa soffre quando va in spiaggia, sa che tutti la giudicano per la sua forma fisica e forse in fondo sa che avvolgersi in un costume costato centinaia di euro non distrarrà l'attenzione delle arpie dalle sue smagliature e dai capillari rotti.

Ma finge e continua a negare a se stessa la verità.

Lei è un personaggio, un triste pagliaccio che una volta smessi gli abiti di scena si ritrova solo nella sua stanza, insoddisfatto della sua vita, del suo stupido figlio e del suo lavoro, dove tutti lo trattano come l'ultima degli ultimi.

Marisa volteggia altezzosa in un mondo dove regna la falsità e l'apparenza, dove nessuno è mai all'altezza della bassezza generale.

C'è un po' di Marisa in ognuno di noi, ma basta scegliere se giocare a far finta di vivere o esistere realmente.

Voi cosa avete scelto?

Carlì


4 commenti:

Andrea ha detto...

Io scelgo il "mezz-elfo mago" a D&D, arrivo al 9 livello e casto volo, poi vi bombardo con delle fireball di 5 livello e per quelli rimasti vivi pestilenza di 7 livello.
Avrei potuto fare tutto senza arrivare al nono livello, ma così sono più cazzuto e casto le fireball in quickspell!

Carlì ha detto...

Bhuahauhauah grande Zozzy!

Silvia ha detto...

Geniale!

Carlì ha detto...

Eheheheh.... in grande stile ;)